Chirurgia delle vie lacrimali

Dacriocistorinostomia (DCR)

Apparato Lacrimale

Un'ostruzione delle vie lacrimali può determinare una serie di fastidiose complicanze che vanno dalla lacrimazione continua, alle infezioni ricorrenti della congiuntiva fino alla flogosi acuta del sacco lacrimale.
In alcuni casi, si può ovviare al disturbo con l'intervento di dacriocistorinostomia che mira alla creazione di una via di comunicazione alternativa tra la mucosa del sacco lacrimale e quella del naso.
L'intervento viene eseguito in anestesia locale o generale, e prevede l'accesso attraverso una piccola incisione cutanea paranasale. In genere, al termine dell'intervento, viene posizionato un tubicino di silicone che termina nel naso allo scopo di favorire la formazione della nuova via di deflusso lacrimale.
Questo tubicino, normalmente ben tollerato, rimane in sede per due/tre mesi.
La sua rimozione avviene ambulatorialmente ed in modo assolutamente indolore per il paziente.
La percentuale di successo della procedura chirurgica è molto alte (90/95%) ed è priva di rischi rilevanti per la vista.

Questo spazio è a disposizione degli utenti per ottenere in un formato semplice e di facile comprensione informazioni sui principali disturbi visivi e sulle più moderne tecnologie per la loro diagnosi e terapia.

Il Dott. Lavezzari attualmente ricopre l’incarico di Dirigente Medico di I° livello presso la S.C. di Oculistica dell’Ospedale “S.Bartolomeo” di Sarzana (SP) .
Svolge la propria attività clinica in regime di extramoenia principalmente presso due Studi situati a La Spezia e Sarzana (SP).